venerdì 7 novembre 2014

Questa vita è un'illusione.

Marzia ma cosa dici?!
Fontana davanti a La Seo - Zaragoza

Prendendo ispirazione dall'amico Einstein vi spiego brevemente le cose: analizzate il vostro corpo, organi, tessuti, cellule,atomi. Ogni atomo ha dentro un nucleo che è pura energia.
Analizzate qualsiasi oggetto vicino a voi, oltre il materiale di cui è fatto, anch'esso è composto di atomi, anch'esso è pura energia.
Quindi tutto è energia!!Io, voi, gli oggetti, il mondo. Vibrazioni e stati di densità diversi ma pur sempre di energia stiamo parlando.
Capite la grande illusione come si svela a questo punto?

La legge di attrazione è una legge potentissima del cosmo che funziona che voi ne siate consapevoli o no, che voi ci crediate o no. Ciò a cui pensate emana una vibrazione, ha una frequenza, e attira ciò che vibra e risuona con esso. Detto questo se pensate bene o male di una cosa avete comunque ragione perchè tanto quello attirerete. Le emozioni sono catalizzatori fondamentali che possono aiutare o boicottare i nostri pensieri.
Per essere quindi dei creatori "ai massimi livelli" è meglio allineare testa e cuore, pensieri con emozioni. Se no è il caos.
Il caso, la fortuna, la sfortuna non esistono. Le coincidenze, mi piace chiamarle sincronicità, confermano il fatto che le cose sono perfette così come sono.
Ogni cosa è frutto delle nostre volontà espresse che si manifestano.

Viviamo in un sistema corrotto che ci manipola fin dalla nascita: vaccini, religioni, scuola e indottrinamento, lavoro, schiavitù mentale e altre cose non belle.
La ribellione parte da dentro, nel momento in cui ci accorgiamo che la vita non è magari come vorremmo iniziamo a cambiare modo di pensare. Pensando alla stessa maniera di sempre otterremo le stesse cose che abbiamo sempre ottenuto.
Per cui smettetela di lamentarvi e arrabbiarvi, di giudicare il mondo, se volete che la felicità entri nelle vostre vite, giusto per darvi un esempio.
Inoltre in un mondo che inietta la paura in ogni momento nella vita delle persone, cosa credete che si possa creare? Dal Buddha a Jung si parla di coscienza collettiva (Jung parla di inconscio collettivo) e quindi più persone pensano al male più il male si realizza nel mondo.
Per non dare più forza a ciò che non vogliamo basta non prenderlo in considerazione.
I condizionamenti sono tanti, lo so, me lo immagino, penso ai miei mi figuro i vostri.
Se ne può uscire e non è troppo faticoso, sempre meglio di una vita ridotta in schiavitù.

Siate il cambiamento che volete vedere nel mondo, siate d'esempio per le nuove generazioni, siate i veri fautori della vostra vita.
Al bando la paura, i limiti, i se i ma i però, tutte le scuse per non agire.
Evviva l'amore, quello vero, quello incondizionato, quello che da e non pesa ciò che ha dato e ricevuto, quello che non ha paura e che appunto non ha condizioni.

Sulla base della mia esperienza personale posso dirvi che nel momento in cui ci identifichiamo con i nostri pensieri o con ciò che ci dicono gli altri perdiamo di vista la nostra vera essenza.
Nel momento in cui non siamo presenti ma proiettati nel futuro con le ansie o nel passato con le paranoie, non stiamo vivendo.
Ora è il momento per vivere, ora è il momento in cui è presente la vita, ora è il momento per agire (a questo riguardo vi consiglio di vedere qualche video di Salvatore Brizzi che spiega in modo semplice tutte queste cose).

Concludendo vi inondo di pensierini sorrisini.