lunedì 13 giugno 2016

Credere alle credenze

Credere è un fattore puramente mentale.
Quando si lascia il credere si accede al sentire.
Dalla conoscenza al sapere.
Dall'illusione all'Essere.
Abbiamo da svegliarci però.
Finchè dormiamo possiamo parlarne ma condurremo sempre le nostre vite da dormienti, magari un po' consapevoli ma sempre dormienti.
Ecco a questo punto che divenire consapevoli dei momenti in cui cediamo al sonno diventa fondamentale.
Ci sono credenze che lavorano a livello conscio ed altre a livello subconscio.
Il mondo e la realtà che viviamo fungono da specchio di ciò che abbiamo dentro.
Facile a dirsi un po' meno a realizzarlo e accoglierlo.
Tutto questo fa parte del lavoro che abbiamo da fare in questa vita.
Parlo del lavoro su di noi che si collega al servizio per l'umanità.
Faccio un esempio.
L'altro giorno ho letto un bellissimo post che ho utilizzato per modificare il mio punto di vista sulle scie chimiche.
Ho dedicato ad esse anche una pagina Scie Chimiche su questo blog.
Ho dedicato ad esse anche un bel po' di tempo per la ricerca e l'informazione.
Ho dedicato ad esse anche molta rabbia ad essere sincera.
Nell'ultimo periodo sentivo che c'era qualcosa che stonava, non tanto con il fatto in sè ma con l'atteggiamento che avevo verso di esse.
Così arriva a me questo post che ho pubblicato sulla pagina dedicata (la quale si è liberata un po' dei contenuti precedenti, lasciando la libertà di ricerca al lettore).
Leggendolo ho sentito la vocina dentro di me dire "cosa aspetti a mettere in pratica ciò che dici e soprattutto a svegliarti creando così una realtà luminosa a tutti gli effetti?"
Vi copio una piccola parte qui.
Non mi rivolgo a chi non ha alcuna nozione di spiritualità, bensì a chi la possiede e dovrebbe avere capito la verità, evitando così di fare il gioco di chi ha interesse a mantenere le cose in questo stato. 
Il tempo che vediamo fuori è semplicemente il riflesso della coscienza collettiva: è un indice dei pensieri collettivi....che uniti, si rivelano per ciò che sono oggi gli italiani( e nelle altre parti del mondo). 
Il tempo interiore degli uomini, il loro stato di salute interiore è brutto..come il brutto tempo che vediamo. 
La storia delle scie chimiche viene debitamente pubblicizzata dagli stessi che hanno interesse a mantenere le persone in questo stato, sempre uggiose, sempre tristi. " Paola Costa

Anime belle quindi con questo cosa voglio dire.
Osserviamo ciò in cui crediamo.
Osserviamo anche ciò che diciamo agli altri e soprattutto a noi stessi.
Rendiamoci conto di ciò in cui crediamo e di ciò che creiamo con le nostre credenze.
Alla fine è veloce il discorso, provate ad osservare ogni volta che vi trovate a generalizzare su un argomento.
Lo state facendo secondo le vostre credenze.
In tutti i campi.
Mettiamoci al lavoro, su forza!