domenica 30 agosto 2015

La scuola come un viaggio.


Abbiamo un corpo e una mente per muoverci.
Siamo anime a scuola.
Ci divertiamo a sperimentare in dimensioni diverse il nostro potenziale d'amore che è infinito.
Ce lo siamo dimenticati.


Le energie di questi ultimi tempi si sono mosse, il tempo è relativo, chi può dire in modo veloce o lento? Si sono mosse e questo è il punto.
Ora se aprite gli occhi e guardate nel mondo le cose da un punto di vista più alto, potete vedere quanto si stia muovendo il Tutto e quanto caos e confusione stiano regnando.
Caos e confusione poichè le anime hanno voglia di volare e i tempi sono maturi.

La personalità che viviamo in questa vita, amata incondizionatamente, ci permette di guarire ogni più piccolo blocco energetico e di creare armonia e grazia.
Auto osservazione e consapevolezza di pensieri ed emozioni, tanti sorrisi, gratitudine, flusso di intuizioni e azione.
La personalità ha da essere integrata e poichè essa tenterà di remare contro va compresa e accettata con amore. E' un passaggio questo parecchio divertente in cui si accedono a lati nascosti della mente e si ha possibilità di scioglierli tutti.

Abbiamo noi la responsabilità di ciò che viviamo qui, ognuno è perfetto e unico così com'è ma siamo tutti a scuola.
Uno dei grandi insegnamenti è elevarsi dal giudizio, uno dei piatti preferiti dalla mente quando controlla. Mettere in paragone e confrontare serve su un piatto d'argento la possibilità di esprimersi in giudizi, ma questo è un piccolo trabocchetto della mente. Qui si tratta solo di astenersi dal giudicare.
Ognuno ha il suo personalissimo percorso e ognuno ha la sua personalissima via.
Possiamo essere d'accordo come no, ognuno dal proprio punto di vista vede la ragione.
Ma siamo qui a sperimentare la divisione come a scuola per poi tornare all'Uno a casa.